Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Daniele Ognibene Official Site

Approvato ieri dal Consiglio regionale del Lazio il Testo unico del Commercio: 31 voti favorevoli e 8 astenuti (Lega, Fratelli d’Italia e i due consiglieri del gruppo misto che fanno riferimento a “Cambiamo”). Con la nuova legge regionale vengono riunificate o abrogate una serie di disposizioni frammentate in più testi: il commercio in sede fissa e su aree pubbliche (L.R. n. 33/99); le reti d’impresa tra attività economiche su strada (L.R. n. 4/2006, articolo 113); il commercio all’ingrosso (L.R. n. 74/1984); l’attività di somministrazione di alimenti e bevande (L.R. n. 21/2006); la distribuzione della stampa quotidiana e periodica (L.R. n. 4/2005); il commercio di animali da affezione; il commercio equo e solidale.

Regione Lazio – Il Consiglio regionale del Lazio, dopo una lunga seduta notturna, ha approvato con una maggioranza di 26 voti favorevoli e 4 astenuti su 31 presenti, il testo unificato delle proposte di legge regionale n. 100 e n. 107 (Disposizioni per contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e dello sfruttamento dei lavoratori in agricoltura). Soddisfatto Daniele Ognibene, capogruppo LeU e vice presidente commissione agricoltura del Consiglio regionale del Lazio, che ha dichiarato: “Abbiamo lavorato duramente ed a lungo per il contrasto ad una piaga deleteria come quella del caporalato e sono entusiasta e felice per l’approvazione di questo testo.

Si chiude il 28 febbraio un nuovo bando della Regione Lazio per il finanziamento agli oratori presenti sul territorio. Un emendamento alla legge di Stabilità regionale 2019 (PL 85/2018) prevede tra l’altro un incremento dei fondi stanziati, che ammonta a 100mila euro in più all’anno per il triennio 2019-2021. Si parla quindi di 300mila euro, che si aggiungono al milione e 500mila euro (500mila all’anno) già previsti dal bilancio.